Menù

Home

Presentazione

Statuto

Iscrizioni

- Elenco iscritti

- Modulo iscrizione

Comunicazioni

Agevolazioni

Elezioni

- Risultati


Iscrizione newsletter

Servizi

Statuto

TERRA ITALIA ONLUS

Associazione per lo sviluppo degli studi sull'Italia romana

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

Testo redatto il 14 maggio 2008, modificato il 22 ottobre 2008 e iscritto all'Anagrafe delle Onlus il 19 novembre 2008

I sottoscritti:

- PANCIERA SILVIO, nato a VENEZIA il 21 marzo 1933, professore universitario emerito, residente in Roma L.go G. Cocchi n. 9

- GREGORI GIAN LUCA, nato ad Alfonsine ( RA ) il 15 ottobre 1960, professore universitario, residente in Roma via Capodistria n. 7

- CALDELLI MARIA LETIZIA, nata a Roma il 27 Febbraio 1962, professore universitario, residente in Roma via del Gazometro n. 19

- ORLANDI SILVIA, nata a Monfalcone ( GO ) il 6 marzo 1966, professore universitario, residente in Roma P.za L. Sciascia n. 6

- NONNIS David, nato a Roma il 14 luglio 1966, dottore di ricerca, residente in Roma vicolo del Curato 12

PREMETTONO

- che la creazione di un'Associazione ad hoc sembra opportuna per far fronte alle crescenti difficoltà in cui versano gli studi sull'Italia romana e la loro diffusione.

- che i suddetti comparenti intendono farsi promotori di una siffatta Associazione.

TUTTO CIO' PREMESSO

quale parte integrante e sostanziale del presente atto convengono e stipulano quanto segue

Articolo 1

Denominazione, durata

E' costituita “Terra Italia ONLUS. Associazione per lo sviluppo e la diffusione degli studi sull'Italia Romana” (in forma abbreviata Terra Italia ONLUS), di seguito indicata come “Associazione”. La durata dell'Associazione è a tempo indeterminato, salvo lo scioglimento deliberato dall'Assemblea.

Articolo 2

Finalità

L'Associazione, è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) che, con esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, si propone lo svolgimento di attività nel campo dell'istruzione e della formazione, della tutela, promozione e valorizzazione delle cose d'interesse artistico e storico, della promozione della cultura, in particolare salvaguardando e sostenendo l'indagine storica sull'Italia romana, soprattutto quella che si esprime attraverso la produzione di fondamentali strumenti di ricerca come il Corpus Inscriptionum Latinarum, i Supplementa Italica, n. s., i Supplementa Italica - Imagines, le Iscrizioni Greche d'Italia, le Inscriptiones Christianae Italiae, EAGLE - Electronic Archive of Greek and Latin Epigraphy ed altre concernenti aspetti essenziali ( economia, politica, religione, diritto, società, cultura ) del mondo romano; con divieto di svolgere attività diverse da queste, a eccezione di quelle ad esse direttamente connesse. Le attività connesse non devono essere prevalenti rispetto a quelle di identica natura. Rientra tra le finalità sociali dell'Associazione l'incentivazione d'interesse per queste ricerche mediante corsi d'istruzione e formazione, attività di divulgazione scientifica, istituzione di borse di studio, sostegno di attività di ricerca ed editoriali. Per il conseguimento di tali obiettivi l'Associazione potrà collaborare con ogni altra istituzione pubblica o privata, comprese le scuole di ogni ordine e grado, le università e gli organismi, locali e statali, di valorizzazione e tutela del patrimonio culturale italiano, in quest'ultimo caso specialmente partecipando alla sua schedatura, catalogazione e pubblicazione.

Articolo 3

Sede

La sede legale dell'Associazione è stabilita presso il presidente, in Roma, Largo Giuseppe Cocchi n. 9,.

Essa potrà essere variata con deliberazione del Consiglio Direttivo, che ne darà tempestiva comunicazione a tutti i soci ed all'anagrafe delle ONLUS.

Articolo 4

Soci

L'Associazione è aperta a tutti coloro che, approvando le finalità ed i propositi espressi nell'art. 2, chiedano per iscritto di farne parte e paghino una delle quote previste nell'articolo 14. La qualità di socio conferisce il diritto di partecipazione alla vita dell'Associazione ed in particolare il diritto a partecipare alle sue assemblee con voto attivo e passivo. Si esclude espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa, prevedendo per gli associati o partecipanti maggiorenni il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione.

Articolo 5

Organi dell'Associazione

Sono organi dell'Associazione l'Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo (costituito da Presidente, Vicepresidente, Segretario, Vicesegretario e Tesoriere), il Consiglio Scientifico, i Revisori dei Conti.

Articolo 6

L'Assemblea

L'Assemblea dei Soci è convocata dal Presidente: a) ogni anno per discutere le relazioni (inviate a domicilio preferibilmente a mezzo posta elettronica) del Consiglio Direttivo, del Consiglio Scientifico e dei Revisori dei Conti e votare sulle stesse nonchè per l'approvazione del bilancio consuntivo e preventivo (pure inviati a domicilio); b) ogni tre anni per fornire orientamenti di gestione per il triennio successivo, eleggere, sulla base delle candidature liberamente presentate, il Consiglio Direttivo, il Consiglio Scientifico, i Revisori dei Conti, deliberare eventuali modifiche di Statuto, deliberare su eventuale richiesta di scioglimento dell'Associazione. La partecipazione al voto potrà avvenire anche per delega (massimo tre per socio ) o, nei casi in cui questo è possibile, e cioè in ordine ad elezioni di organi od a scelte precise messe all'ordine del giorno su cui votare, per lettera. Il Presidente potrà convocare l'Assemblea anche al di fuori delle normali cadenze qualora lo ritenga opportuno o gliene sia fatta richiesta da almeno un decimo dei Soci. Le delibere dell'Assemblea sono assunte a maggioranza semplice dei Soci partecipanti al voto.

Articolo 7

Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è costituito da cinque soci eletti dall'Assemblea dei Soci per la durata di un triennio. Nella sua prima riunione il Consiglio Direttivo elegge al suo interno il Presidente e questi distribuisce tra gli altri membri del Consiglio Direttivo, dopo averne sentito il parere, le funzioni di Vicepresidente, Segretario, Vicesegretario e Tesoriere. Il Consiglio Direttivo delibera con la presenza minima di tre membri, o a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Al Consiglio Direttivo compete la gestione generale dell'Associazione tenuto conto delle finalità della stessa, nonché degli orientamenti forniti dall'Assemblea dei Soci e dal Consiglio Scientifico. Esso è convocato dal Presidente, con preavviso di almeno una settimana, ogniqualvolta lo ritenga opportuno o quando gliene sia fatta richiesta da almeno un altro membro del Consiglio Direttivo. Le riunioni del Consiglio Direttivo potranno avvenire anche per via telematica.

Articolo 8

Cariche del Consiglio Direttivo

Il Presidente rappresenta legalmente l'Associazione di fronte a terzi e in giudizio; convoca e presiede le riunioni dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo firmando ogni atto, delibera e verbale; cura l'attuazione dei programmi dell'Associazione eventualmente anche con la stipula di contratti e convenzioni; ha piena facoltà d'incassare somme di qualsiasi importo e di rilasciare quietanze liberatorie; può aprire conti correnti bancari e postali e operare su di essi emettendo assegni e vaglia; può delegare il potere di firma ad altro membro del Consiglio Direttivo, per singoli atti o categorie di atti.

Il Vicepresidente assiste il Presidente nell'adempimento delle sue funzioni e lo sostituisce in caso d'impedimento, di dimissioni, o di decesso.

Il Segretario veglia sul buon funzionamento dell'Associazione; ne redige i verbali e li firma con il Presidente; tiene aggiornata, con la collaborazione del Tesoriere, la lista dei Soci; provvede alla convocazione di Consigli ed Assemblee; cura la diffusione delle notizie concernenti l'Associazione presso i Soci ed all'esterno.

Il Vicesegretario assiste il Segretario nell'esercizio delle sue funzioni e lo sostituisce in caso d'impedimento, di dimissioni, o decesso.

Il Tesoriere veglia sull'Associazione dal punto di vista finanziario; tiene a giorno i registri contabili; redige i bilanci; collabora con il Segretario all'aggiornamento costante della lista dei Soci suddivisi nelle varie classi di cui all'articolo 14, aggiungendo i nuovi  e cancellando i decaduti; sollecita i Soci in ritardo con il pagamento delle quote di associazione.

Articolo 9

Vacanze nel Consiglio Direttivo

Qualora, nel corso del triennio di nomina, nel Consiglio Direttivo si rendano vacanti per qualsiasi ragione i posti di Vicepresidente, Vicesegretario o Tesoriere, il Consiglio Direttivo provvederà a colmare la lacuna affidando i posti stessi a membri del Consiglio Scientifico.

Articolo 10

Il Consiglio Scientifico

Il Consiglio Scientifico è costituito da dieci soci eletti dall'Assemblea per la durata di un triennio. In caso di trasferimento di membri dal Consiglio Scientifico al Consiglio Direttivo, secondo quanto previsto nell'articolo 9, non si procederà a sostituzione. Il Consiglio Scientifico è organo ausiliario del Direttivo, che ne consulterà i singoli membri per ogni questione o iniziativa rilevante per la vita ed i progetti dell'Associazione. Indipendentemente da ciò è diritto dei singoli membri del Consiglio Scientifico di esercitare proprie azioni propositive nei confronti del Consiglio Direttivo relativamente ad ogni aspetto della vita dell'Associazione.

Articolo 11

Rieleggibilità

Nessun Socio è consecutivamente eleggibile nel Consiglio Direttivo o nel Consiglio Scientifico più di due volte.

Articolo 12

Revisori dei Conti

I Revisori dei Conti sono tre e sono eletti dall'Assemblea dei Soci per la durata di un triennio. Essi si riuniscono prima di ogni Assemblea dei Soci destinata all'approvazione del bilancio o rendiconto annuale, per esaminare il conto consuntivo ed esprimere il proprio giudizio sull'esattezza, la regolarità ed il rispetto delle norme statutarie dello stesso. Tale giudizio sarà comunicato all'Assemblea dei Soci prima che il bilancio sia sottoposto ad approvazione.

Articolo 13

Fondo comune

Il Fondo comune dell'Associazione è costituito dalle quote associative di cui all'articolo 14, nonché da ogni altra somma che provenga all'Associazione dalla sua attività, dalla stipula di contratti o convenzioni con Enti pubblici o privati, o da eventuali contributi o donazioni di analoga provenienza. Ogni provento dell'Associazione andrà ad esclusivo vantaggio della stessa per il conseguimento degli obiettivi di cui all'articolo 2. Nessun compenso è dovuto ai membri dei Consigli ed ai Revisori dei Conti per l'attività svolta.

E' fatto espresso divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o effettuate a favore di altre ONLUS che, per legge, statuto o regolamento, fanno parte della medesima ed unitaria struttura; 

Si statuisce  l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

Quanto alla devoluzione del patrimonio dell’Associazione al momento del suo scioglimento, per qualunque causa, si rinvia al successivo articolo 17.

Quanto all’obbligo di redazione di un bilancio o rendiconto annuale che comprende lo stato del fondo comune si rinvia all’articolo 16.

Articolo 14

Quote associative

L'ammontare della quota associativa annuale è in prima istanza così stabilita per le varie categorie di Soci: euro 10 (studenti), 35 (ordinari), 70 (animatori), 100 (sostenitori), 200 (benemeriti), 500 e oltre (patroni ed Enti). Successivamente tali quote potranno essere variate con delibera del Consiglio Direttivo, sentiti i membri del Consiglio Scientifico. Le quote annuali dovranno essere pagate entro il primo trimestre di ogni anno usando una delle modalità che saranno indicate. Il mancato pagamento delle quote determina la decadenza dalla condizione di Socio secondo quanto stabilito nell'articolo 4.

Articolo 15

Spese

Alle spese necessarie al funzionamento dell'Associazione e al raggiungimento delle finalità istituzionali si provvede mediante prelevamenti dal fondo comune. L'Associazione osserverà ogni obbligo fiscale e contabile previsto dalla legge.

Articolo 16

Esercizio finanziario, bilancio

L'esercizio finanziario va dal giorno 1 (primo) gennaio al 31 (trentuno) dicembre di ogni anno. Al termine di ogni esercizio l'Associazione provvederà a redigere il bilancio a norma di legge ed, entro il mese di febbraio, il Consiglio Direttivo lo approverà e lo comunicherà a tutti gli associati insieme con il parere espresso sullo stesso dai Revisori dei Conti. L'Assemblea che dovrà approvare il bilancio sarà convocata entro sei mesi dalla chiusura d'esercizio.

Articolo 17

Scioglimento

L'Associazione potrà essere sciolta con deliberazione dell'Assemblea dei Soci alla quale partecipino di persona, per delega, o per lettera almeno i due terzi degli associati e, con voto favorevole, di almeno due terzi dei partecipanti. L'Assemblea dei Soci che deliberi lo scioglimento dovrà stabilire anche la devoluzione degli eventuali beni residui, dopo che siano state effettuate le operazioni di liquidazione ed estinte tutte le passività, ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito lo specifico organismo di controllo, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Articolo 18

Modifiche di Statuto

Modifiche al presente Statuto potranno essere apportate solo con l'approvazione della maggioranza assoluta dei Soci.

Articolo 19

Per quanto non previsto nel presente Atto Costitutivo e Statuto dell'Associazione, i promotori fanno riferimento a quanto disciplinato dalle norme del Codice Civile.

Consiglio Direttivo provvisorio

A formare il primo Consiglio Direttivo, che resterà in carica fino al 31 dicembre 2009, entro la quale data lo stesso s'impegna a convocare l'Assemblea dei Soci per riferire sullo stato dell'Associazione ed indire regolari elezioni secondo l'articolo 6, vengono chiamati il prof. Silvio Panciera, il prof. Gian Luca Gregori, la prof.ssa Maria Letizia Caldelli, la prof.ssa Silvia Orlandi, il Dott. David Nonnis che, presenti, accettano la nomina e, in prima riunione, eleggono quale Presidente del Consiglio Direttivo il prof. Silvio Panciera che, presente, accetta. Questi poi, sentiti gli altri membri del Consiglio, chiama a ricoprire: la funzione di Vicepresidente il prof. Gian Luca Gregori che, presente, accetta; la funzione di Segretario la prof.ssa Silvia Orlandi che, presente, accetta; la funzione di Vicesegretario la prof.ssa Maria Letizia Caldelli che, presente, accetta; la funzione di Tesoriere il Dott. David Nonnis che, presente, accetta.

F.to Silvia Orlandi

F.to Gian Luca Gregori

F.to Silvio Panciera

F.to David Nonnis

F.to Maria Letizia Caldelli

Repertorio n. 48.065

AUTENTICA DI FIRMA

Certifico io sottoscritta Dottoressa Monica Scaravelli Notaio in Roma, iscritta al Ruolo dei Distretti Notarili Riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia che , i Signori:

- PANCIERA SILVIO, nato a VENEZIA il 21 marzo 1933, residente in Roma L.go G. Cocchi n. 9;

- GREGORI GIAN LUCA, nato ad Alfonsine ( RA ) il 15 ottobre 1960, residente in Roma via Capodistria n. 7;

- CALDELLI MARIA LETIZIA, nata a Roma il 27 Febbraio 1962, residente in Roma via del Gazometro n. 19;

- ORLANDI SILVIA, nata a Monfalcone ( GO ) il 6 marzo 1966,  residente in Roma P.za L. Sciascia n. 6;

- NONNIS David, nato a Roma il 14 luglio 1966, residente in Roma vicolo del Curato 12,

della cui identità personale, io Notaio sono certa, hanno apposto in mia presenza la propria firma in calce alla scrittura che precede, come composta di quattro fogli in sottoscrizione ed a margine, alle ore  19,00 (diciannove).

Il tutto ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 2.703 del Codice Civile.

Roma, alla Via Capodistria n. 7, il giorno 22 (ventidue) Ottobre 2008 (duemilaotto).

F.to Monica Scaravelli Notaio

- Per informazioni e per contribuire con le comunicazioni: terraitaliaonlus@gmail.com